Rassegna Stampa

AIDAF “FINALMENTE ESISTIAMO! ORMAI È LEGGE! Le scuole di danza private riconosciute dal MiBACT

“Ce l’abbiamo fatta! Le scuole di danza private sono state riconosciute dal MiBACT!”

Il Ministro Dario Franceschini ha appena firmato il Decreto che assegna un contributo a fondo perduto alle scuole di danza private non facenti capo allo Sport. Le uniche che, finora, erano rimaste completamente escluse da tutto!

“Dopo anni di battaglie ed interlocuzioni, il MiBACT, riconosce con questo decreto, l’identità artistica delle scuole di danza”.

“E’ un momento storico davvero unico e questo riconoscimento premia la perseveranza e la coerenza di AIDAF – AGIS, che si è sempre battuta affinché fosse il MiBACT il nostro ministero di riferimento”.

“Vogliamo ringraziare fortemente il Ministro Dario Franceschini, il Segretario Generale Salvo Nastasi, il Capo Gabinetto Lorenzo Casini, il Direttore Generale Onofrio Cutaia, per aver accolto le nostre istanze. Un ringraziamento particolare alla senatrice Michela Montevecchi per l’impegno profuso per il riconoscimento di queste realtà e per il conseguimento di questo importante risultato, così come ai parlamentari e a tutti i rappresentanti istituzionali che hanno sposato la nostra causa!”.

“Infine tutta la grande famiglia AGIS, a partire dal suo Presidente Carlo Fontana e dal Presidente FEDERVIVOFilippo Fonsatti, per averci sempre sostenuti in questa battaglia con il loro prezioso supporto. Un ultimo ringraziamento, non per importanza, agli associati AIDAF per la fiducia incondizionata riposta in noi”.

QUEI FANTASMI DELLE SCUOLE DI DANZA; E PENSARE CHE NESSUNO DOVEVA RESTARE INDIETRO

Le scuole di danza private, questa entità misteriosa, non esistono per il Governo Italiano. Otto mesi di pandemia e  non sono state mai  citate in nessun Decreto.

Appelli, lettere ufficiali, interlocuzioni  con le istituzioni, interrogazioni parlamentari, audizioni al Senato, a nulla sono serviti. Attendiamo ancora invano un ristoro economico che non è mai arrivato! Questa indifferenza totale rischia di far scomparire un intero settore e l’indotto produttivo ad esso connesso! Eppure è solo grazie a loro che in Italia si formano i danzatori e si diffonde la cultura dell’Arte della Danza. Chi formerà i danzatori del futuro? Non ci saranno più le Compagnie di danza nel nostro Paese? I danzatori italiani all’estero, lustro dell’Arte italiana nel mondo non  esisteranno più?

Chiediamo a gran voce che il Governo, nella persona del Ministro della Cultura, Onorevole Dario Franceschini, si occupi finalmente di noi, riconoscendo la nostra identità artistica e il nostro ruolo fondamentale nella società italiana e  sostenendoci economicamente al fine di non farci andare incontro a morte certa. Confidiamo nell’attuazione della Legge 175/2017, che, dopo anni di battaglie da parte di AIDAF- AGIS, contiene  la possibilità di regolamentare questo settore dimenticato,   dando finalmente dignità professionale alla figura dell’insegnante di danza, permettendone, attraverso la qualificazione, il  riconoscimento e le tutele conseguenti e riordinando anche  le scuole di danza dando loro regole certe e un inquadramento giuridico fiscale univoco.

Gli strumenti ci sono! Utilizziamoli!

Leggi articolo su: notiziedispettacolo.it